Il Cuore di Gesù

Codice prodotto -
ISBN 978-88-85742-21-15
Categoria EFFEDIEFFE
Editore EFFEDIEFFE
Disponibilità si
SPEDIZIONE PREVISTA ENTRO: 3 giorni lavorativi

Segnala ad un amico

CLASSICI della TRADIZIONE CATTOLICA N. 22

Mentre l’umanità, dimenticando i suoi alti destini, è caduta nella rovina e nella morte, il S. Cuore appare come la via regia preparata e rivelata da Dio, per ricondurre gli uomini dall’abisso della perdizione alla felicità eterna

«La Chiesa e la società non hanno più altra speranza che il Cuore di Gesù; è Lui che guarirà tutti i nostri mali. Predicate dappertutto questa devozione, essa dev’essere la salvezza del mondo» (Pio XI)

La devozione al S. Cuore è una conseguenza spontanea e necessaria del dogma centrale del Cristianesimo: Incarnazione e Redenzione.

L’essenza stessa del Cristianesimo si trova qui: Dio che si umanizza, amando l’uomo che si divinizza amando Dio in Cristo. I due amori, quello di Dio e quello dell’uomo, s’incontrano e si fondono nel Cuore di Gesù. Pertanto il culto del S. Cuore è la sintesi viva della religione cristiana, tutta fondata sull’amore, e le conferisce un carattere di vitale interiorità, che la distingue da tutte le altre.

Il Cuore di Gesù (1950) del padre E. Agostini dei Sacerdoti del S. Cuore può essere considerato il testo per eccellenza sul Sacro Cuore. Un capolavoro di pietà e di dottrina, di storia e di teologia, ma soprattutto un capolavoro di cristianesimo, insegnato e dimostrato, sulla devozione che è l’“essenza del Cristianesimo” («totius religionis summa», Pio XI), la sintesi più perfetta del dogma e della morale cristiana.

La cooperazione con Cristo è la struttura portante di tutta l’opera. Pio XII elogiò questo libro (con una lettera pubblicata ad inizio del volume, era il 25 settembre 1950) proprio per questo suo aspetto tanto distintivo ed essenziale. Ogni battezzato, insegna p. Agostini, per il fatto del suo congiungimento a Cristo Capo, si trova necessariamente associato all’azione redentrice del suo capo divino.

È un testo, oggi, di importanza fondamentale per il cattolicesimo. Ripartendo dalle istruzioni di Pio XI e Pio XII intorno al sacrificio eucaristico, questo libro recupera il vero significato della S. Messa e soprattutto impartisce istruzioni vitali riguardanti la cosiddetta pratica riparatoria, che è un obbligo per il cristiano, indicando il dovere che abbiamo, nell’accostarci alla SS. Eucaristia, di partecipare ad essa come vi partecipa Cristo: come sacramento della mortificazione cristiana, alimento di immolazione.

Proprio qui è racchiusa l’importanza di questo libro: attraverso lo studio del suo Cuore insegnare come passare dall’amore per Gesù alla partecipazione viva a quel Cuore.

Procedendo sotto la guida illuminata di Pio XI e di Pio XII e saldamente ancorato alla teologia di San Tommaso e alle lettere di San Paolo, il capolavoro di padre Agostini riporta al centro della vita cristiana il più grande mistero dei tempi, rendendocene partecipi, invitandoci ad una provvida corrispondenza.


(542 pagine formato 16x22,5 cm con bandelle segnalibro)

Articolo di presentazione su EFFEDIEFFE.com


Voce dellautore estratta dal libro:

«Oggi la Teologia deve tornare a costruire una sintesi dottrinale del Cristianesimo, in cui l’amore di Dio venga portato al centro del piano divino di salvezza. A questa sintesi non sarà affatto estranea la devozione al S. Cuore, la quale ci ha abituato ad entrare nel mistero più profondo del Verbo Incarnato, a tenerci in costante, fecondo contatto con questa fornace di amore, cui sono dovuti tutti i benefici della nostra Redenzione.

Se tutta la rivelazione divina si incentra in Gesù, e Gesù si incentra nel suo Cuore, la devozione al S. Cuore viene a trovarsi al centro del Cristianesimo. Non è una devozione, ma LA devozione alla Persona adorabile del Verbo Incarnato, la sintesi della Religione: «Totius Religionis Summa» (Pio XI).

Di qui il suo carattere di obbligatorietà: non si può essere veramente cristiani senza aver compreso e vissuto, almeno implicitamente, la devozione al S. Cuore. Questo è il pensiero costante e autorevole degli ultimi Pontefici: il culto del S. Cuore non è riservato a un gruppo di privilegiati; è un culto che «si impone a tutti». Perché? Perché ogni cristiano è membro del Corpo Mistico; quindi ogni cristiano ha la sua parte di responsabilità nella redenzione del mondo.

Non basta compatire ai dolori di Cristo, non basta riparare i mali che ne sono la causa; bisogna completare nella propria carne la Passione di Gesù Cristo, per la redenzione totale del mondo. Non basta rattristarsi per le sofferenze di Gesù; bisogna alleviarle, sopprimendo ciò che le ha prodotte ed eliminando gli ostacoli che le rendono inutilizzabili.

È Gesù che redime, è Gesù che salva; ma anche qui, come sempre, Egli vuol servirsi dei suoi cooperatori. La Chiesa ha bisogno di anime che s’immolino, come ha bisogno della S. Messa. “Completo nella mia carne quel che manca delle sofferenze di Cristo, a pro del corpo di Lui, che è la Chiesa” (Col. I, 24).

I cristiani, redentori in Cristo Redentore!».


IDEA REAGALO S. NATALE 2019


Il padre Enrico Agostini è nato a Sopramonte (Tn) il 19 marzo 1910. Entrato nella Scuola apostolica di Albino ha fatto il noviziato ad Albisola, dove emise la sua prima professione il 24 settembre 1928. Tra Bologna e Roma ha fatto gli studi di filosofia e di teologia. Conseguì il dottorato in filosofia e la licenza in teologia e venne ordinato sacerdote a Roma il 21 luglio 1935. Fu insegnante di filosofia e teologia dal 1936 al 1952. Rettore allo Studentato di Bologna (1948-1952). Rettore della Scuola Apostolica di Trento (1956-1958). Rettore a Cristo Re a Roma (1958-1959). Incaricato dell’Apostolato della Riparazione tra il 1962 e il 1971. Direttore spirituale della Casa S. Cuore, Trento (1985-1989). Ha terminato la sua lunga vita nella casa di Bolognano il giovedì santo 5 aprile 2007.

L’opera a cui è legato il suo nome è il volume: “Il Cuore di Gesù” (storia – teologia – pratiche – promesse), Bologna 1950, ristampa EFFEDIEFFE 2019.

In te, Cor Iesu, speravi; Non confundar in aeternum!







Anno:  2019
Autore:  p. Enrico Agostini s.c.j
Pagine:  542


Gli utenti registrati possono condividere la loro opinione a seguito della lettura di questo libro. Registrati per accedere a tutti i benefici riservati agli utenti registrati o clicca su login se sei già registrato.