Estetica e politica

Codice prodotto -
Categoria saggistica
Editore Solfanelli
Disponibilità si
SPEDIZIONE PREVISTA ENTRO: 2 giorni lavorativi

Segnala ad un amico




Contenuto


Per ricostruire a tutto tondo l'opera e le idee di un autore che, come Ardengo Soffici, dopo una settennale esperienza francese tornato in Italia diviene uno degli animatori delle avanguardie storiche, per poi aderire al Fascismo rimanendovi fedele anche quando l'Italia precipitò nell'abisso della sconfitta tanto da essere imprigionato e processato per collaborazionismo; per capire il suo iter culturale, e giustificare in un'ottica storica, le sue scelte e conseguentemente gli esiti artistici che lo portarono dall'adesione al futurismo al recupero della classicità, è necessario rivolgersi a quanto egli pubblicò su giornali e riviste negli anni '20-'40. Questi articoli, in parte di critica artistica e letteraria, in parte di intervento a favore della teorizzazione e definizione delle carat-teristiche dell'arte fascista vengono qui proposti per la prima volta, recuperati soprattutto da tre luoghi principi che ospitarono l'attività giornalistica sofficiana: "Rete Mediterranea", "Il Selvaggio" e la "Gazzetta del Popolo".



Anno:  1994
Autore:  Ardengo Soffici
Pagine:  380


Gli utenti registrati possono condividere la loro opinione a seguito della lettura di questo libro. Registrati per accedere a tutti i benefici riservati agli utenti registrati o clicca su login se sei già registrato.