Il mondo sommerso: magia, satanismo, superstizioni

Codice prodotto -
ISBN 978-88-85223-91-2
Categoria EFFEDIEFFE
Editore EFFEDIEFFE
Disponibilità si
SPEDIZIONE PREVISTA ENTRO: 2 giorni lavorativi

Segnala ad un amico

INTRODUZIONE DI D. CURZIO NITOGLIA

La magia – il satanismo – le superstizioni

La tentazione di abbandonare la Fede rivelata e donata da Dio, per rivolgersi alla mentalità ed ai culti pagani, è sempre presente in seno all’umanità. I nostri tempi stanno assistendo allo sforzo di alcuni di ravvivare e ripristinare varie forme di culti pagani.

La magia si è mutata nei secoli in arte occulta sempre più avviluppata in tematiche nascoste, diaboliche, dannose. La dimensione occultistica è pertanto la piega deteriore della magia che andò sempre più accentuandosi. Come avveniva in antichità, nel clima di tentati contatti con l’una o l’altra divinità, è inevitabile che il diavolo vi s’intromettesse per stornare verso di lui l’attenzione e la fiducia del mago-occultista. Con suggestioni, illusioni, promesse, il demonio – che non possedendo la visione beatifica non può penetrare nell’intimo dell’uomo, ma tenta di conoscerlo attraverso le manifestazioni esterne – ne trae le sue deduzioni e struttura le sue insidie (tentazioni – vessazioni) secondo i fatti concreti di esse. La conclamata affermazione dei satanisti circa la potenza del demonio è un falso su cui giostra l’azione nefasta di satana.

È inevitabile dover concordare su un punto fondamentale: religione vissuta con fede e magia non vanno d’accordo. Ora, per togliere la diffidenza verso la magia, i maghi/e hanno inventato ogni genere di menzogne e trappole in questo caotico settore (la distinzione tra magia “bianca” e magia “nera” ad esempio), anche allo scopo di attirare persone rette ed in buona fede.

È pertanto necessario illuminare i cattolici non con paure, ma con richiami alla prudenza. Ed esortare ad affrontare queste dolorose realtà con maggiore intensità di vita cristiana e con ogni cura per prevenire o guarire gli irretimenti delle persone cadute nella rete dei culti diabolici.

In queste pagine si tenta di scendere al pratico, pur ribadendo i grandi princìpi razionali che devono guidare il pensiero e la condotta degli uomini; una praticità casistica che dovrebbe risultare utile a fermare la frequenza (anche solo per curiosità) alle arti magiche ed occultistiche.

Monsignor G. Battista Proja, oriundo di Monte S. Giovanni Campano (FR), dove è nato nel 1917, si è trasferito con la famiglia a Roma fin da bambino. Chiamato al sacerdozio, ha fatto la sua formazione nel Seminario Romano (Minore e Maggiore) frequentando la Pontificia Università Lateranense nella quale poi si laureò in Teologia (storia ecclesiastica) a pieni voti e lode. Ordinato sacerdote il 14/02/1942, durante la Guerra, fu destinato al Sacro Ministero nel quartiere popolare della Garbatella bassa. Durante il bombardamento su Roma del 7/03/1944 rimase leggermente ferito, ma si prodigò senza risparmio di fatica a soccorrere i danneggiati.  Ne ricevette più tardi la medaglia di bronzo al valore civile. Proseguì il suo ministero pastorale fino all’estate del 1948. Fu allora chiamato come Direttore Spirituale del Pontificio Seminario Romano Minore nel quale restò per poco più di venti anni. Tra i suoi alunni si contano oggi quindici vescovi ed un cardinale. Nominato successivamente Canonico della Basilica Lateranense fu per vari decenni Postulatore per alcune Cause dei Santi. Poco appresso fu nominato Esorcista della città di Roma. Svolse tale mansione con zelo, riservatezza ed efficienza. Sono molte le opere che egli ha scritto di natura storica, ascetica, agiografica, alcune delle quali hanno avuto speciale diffusione.



Anno:  2016
Autore:  Mons. G. Battista Proja
Pagine:  110


Gli utenti registrati possono condividere la loro opinione a seguito della lettura di questo libro. Registrati per accedere a tutti i benefici riservati agli utenti registrati o clicca su login se sei già registrato.