Radici degli italiani (Le) (4 volumi)

Codice prodotto 88-85223-27-3
Categoria EFFEDIEFFE
Editore EFFEDIEFFE
Disponibilità si
SPEDIZIONE PREVISTA ENTRO: 1 giorni lavorativi

Segnala ad un amico

Un’opera unica sull’intera storia d’Italia

L’opera storica del professor Paolo Possenti, composta da 4 volumi per quasi 1.400 pagine (I volume: “Il millennio Romano”, II volume: “Romania e Longobardia”, III volume: “Gli Stati regionali”, IV volume: “Lunità dItalia”), ha raccolto il quasi unanime consenso della critica e degli ambienti storico - scientifici.

Un’opera nuova sull’intera storia d’Italia, che riassume, all’inizio del III millennio, una vicenda umana e civile unica nella storia d’Europa e del mondo nell’arco di 3.000 anni. Possenti ha tenuto conto delle più recenti ricerche archeologiche e paleontologiche, ha approfondito gli archivi storici di Germania, Austria, Francia e Gran Bretagna, interpretando i fatti in maniera nuova e più aderente alla realtà, smontando in particolare alcuni radicati pregiudizi contro l’Italia e gli italiani, in modo tale che si dovranno probabilmente riscrivere molti capitoli della storia recente e passata del nostro Paese.

Più precisamente, dal Gioberti in poi, non vi è stata un’opera storica completa di Roma e d’Italia che analizzasse con profondità di pensiero e con approfondita ricerca il rapporto vero fra cattolicesimo ed Italia, fra regionalismo e federalismo, fra vocazione artistica e realismo politico, fra sentimenti umani indotti dal cristianesimo ed esplosioni di estrema violenza, specie durante le numerose guerre interne o civili insorte fra italiani.

Possenti smonta totalmente il pregiudizio, indotto soprattutto dalla propaganda inglese, sugli italiani e la guerra, dimostrando che, mentre l’impero inglese veniva costruito con poche migliaia di uomini, solo Venezia schierava contro i turchi, in guerre interminabili, oltre 100 navi da guerra e più di 100 mila uomini.

L’autore condanna le terribili e sanguinosissime guerre fra i comuni e gli Stati italiani ed esalta la vera grande epopea degli eserciti, dei colonnelli e dei feldmarescialli italiani nelle guerre di Germania in difesa dell’Impero (che essi vedevano come elemento unificante  d’Europa) e contro i turchi, nemici della fede.

Furono i migliori soldati del tempo: ricorda la morte in combattimento di Luigi di Savoia, fratello del grande Eugenio, l’eroica fine del feldmaresciallo Ambrogio Veterani ed il sacrificio supremo di Torquato de Conti che, ferito a morte mentre era al comando dell’esercito imperiale contro gli svedesi, devastato dalla cancrena, riusciva a rientrare nella sua Roma morendo con la parola Impero e Chiesa sulle labbra.

E poi gli italiani negli eserciti di Napoleone anche lui, pur con forti ombre, vero condottiero italiano, fino alla terribile prima guerra mondiale, in cui gli italiani decisero le sorti del conflitto. Nella seconda guerra mondiale i comandi italiani non furono fedeli ad Hitler e furono contro l’alleanza coi nazisti: queste divisioni e questa tiepidezza non furono però un disonore per i soldati italiani, dotati per giunta di armi antiquate ed impiegati in scenari devastanti come le pianure russe o il deserto africano.

Possenti infine condanna le divisioni della guerra civile protrattesi per decenni a causa di irresponsabili speculazioni politiche.

Un’opera storica gigantesca, condotta sul filo di un pensiero storico - politico che fa del Possenti uno dei maggiori pensatori e politologi dell’attuale momento storico.

 



Anno:  2001
Autore:  Possenti P.
Pagine:  4 volumi - 1335 pag


Gli utenti registrati possono condividere la loro opinione a seguito della lettura di questo libro. Registrati per accedere a tutti i benefici riservati agli utenti registrati o clicca su login se sei già registrato.